Mar 232014
 

Lavorando quotidianamente online, a volte mi è capitato di chiedermi: “e se mi trovassi senza connessione a Internet?”. In realtà, questo non è nemmeno tanto un esercizio di immaginazione dal momento che i problemi con il mio Internet provider sono all’ordine del giorno ;-). Per quanto sia una situazione spiacevole, la mancanza di connessione a volte è qualcosa che non si può evitare e, soprattutto chi studia per una laurea on line, deve essere pronto anche a studiare offline.


 

  1. Serve un piano B. Mai farsi cogliere impreparati! In realtà, attualmente, è possibile collegarsi a Internet in molti modi e non solo utilizzando la connessione principale in casa: infatti, se questa non funziona, abbiamo diverse opzioni:
    1. possiamo andare in biblioteca dove la connessione Wi-Fi è gratuita e, se siete fortunati, anche di buona qualità
    2. ormai molti locali offrono una connessione Wi-Fi gratis ai propri clienti. Oltretutto, una soluzione di questo tipo, può essere anche interessante per aggiungere un po’ di varietà alla monotonia dello studio
    3. gli smartphone e i tablet con i sistemi operativi più recenti danno la possibilità di condividere la connessione dati con altri apparecchi, ad esempio un computer. Tenete presente, però, che andrete a “rosicchiare” i dati dal vostro abbonamento; siate parsimoniosi e assicuratevi di non incorrere in costi addizionali derivanti da un uso “alternativo” della connessione a Internet dal vostro telefono e, soprattutto, non scaricate file di grosse dimensioni.
    4. La vostra connessione potrebbe funzionare a dovere, mentre potrebbe essere la piattaforma di facoltà ad avere dei problemi. Normalmente, ormai, questi problemi sono piuttosto rari e risolvibili nel giro di qualche ora; ricordate che comunque, se doveste avere problemi di questo tipo non sarete gli unici. I vostri docenti, i tutor o i tecnici informatici della piattaforma dovrebbero essere in grado di aggiornarvi non appena il sito di facoltà dovesse ritornare operativo.

      Università online e lavoro...offline

      Università online e lavoro…offline

  2. serve anche il piano C! Il fatto che non ci sia una connessione a Internet non vuol dire che non si possa andare avanti con il proprio lavoro. In realtà, si può andare avanti tranquillamente anche senza, basta avere gli strumenti giusti:
    1. è importante organizzare il proprio lavoro considerando quello che si può EFFETTIVAMENTE fare: magari non si riesce a controllare la propria mail e fare ricerche su Google, ma probabilmente si può andare avanti a scrivere una ricerca, a leggere delle dispense che abbiamo scaricato o a studiare sul proprio libro di testo. Oltretutto, è sorprendente come a volte la mancanza di Internet sia un vantaggio dal momento che non abbiamo altre distrazioni
    2. forse, non tutti sanno che su Internet si possono trovare diversi strumenti per lavorare anche in assenza di connessione. Ad esempio, è possibile accedere a Google Docs anche off line: in questo caso sarà possibile editare i propri documenti che verranno poi sincronizzati al primo accesso con una connessione. Un altro strumento simile è anche Dropbox che permette di salvare i propri dati contemporaneamente sia sul proprio computer che su un server remoto. In questo caso, i vostri documenti saranno sempre e comunque aggiornati all’ultima versione disponibile.  Infine, molti dei browser usati oggi danno la possibilità di navigare offline; ciò permette di accedere a pagine visitate di recente e salvate automaticamente.
    3. E’ buona norma avere sempre una copia del programma d’esame salvata sul proprio computer in modo da poterla consultare anche nel caso la connessione non dovesse funzionare.

Insomma, per quanto a volte possa risultare scomodo, dobbiamo ricordare che è possibile studiare per una laurea on line anche off line (almeno parzialmente), basta solo fare affidamento sugli strumenti giusti. E voi quali altri metodi conoscete per lavorare senza connessione a Internet?