Nov 232012
 

Così come per le università tradizionali, decidere di prendere una laurea on line vuol dire fare un investimento di soldi, non solo di tempo.

Molti sanno che le tasse per le università tradizionali vengono calcolate in base al reddito dell’anno precedente dichiarato tramite la presentazione del modello ISEEU; in breve, dipendentemente da quanto dichiarato, si viene assegnati ad una determinata fascia a ciascuna delle quali viene associato un importo che, ovviamente, varia da facoltà a facoltà. Quindi: reddito basso poche tasse, reddito alto tante (tante) tasse.


Le università tradizionali che offrono percorsi di laurea on line, normalmente, applicano lo stesso modello (tassazione in base all’ISEEU) a cui, però, si applica un il cosiddetto contributo FAD (Formazione A Distanza) che si aggira intorno ai 750 €.

Quindi un esempio estremamente rapido:

reddito basso 450€ +

140€ tassa regionale per lo studio +

750€ contributo FAD

—————————————————

TOT. 1340

Reddito alto 1.780€ +

140€ tassa regionale per lo studio +

750€ contributo FAD

—————————————————

TOT. 2670

A questi vanno poi aggiunte le tasse per l’esame finale.

Ripeto: le stime esposte sopra sono puramente indicative e potrebbero variare sensibilmente da un corso di laurea ad un altro.

Università on line costi

Università on line costi

Per quanto riguarda invece i corsi di laurea  proposti da tutti le altre università on line accreditati dal MIUR, le cose funzionano in maniera diversa: nella maggior parte dei casi la quota d‘iscrizione è fissa, ma alcuni istituti applicano degli sconti in base al reddito, per cui all’atto dell’iscrizione verificate sempre che esista questa possibilità.

In breve ciò significa che per coloro che hanno un reddito basso, e in assenza di sconti, il peso economico potrebbe essere più elevato, mentre per coloro che hanno un reddito alto ciò non dovrebbe costituire una grande differenza, rispetto ad una normale università “offline”.

I prezzi, in linea di massima, vanno dai 1800 ai 3500€, variando ovviamente da un’università ad un’altra e da un corso di laurea all’altro. A questi vanno poi aggiunti 125€ di diritti di segreteria e, solo in casi specifici, altri contributi che di solito riguardano:

–          Tassa di trasferimento da un altro ateneo

–          Tassa per il riconoscimento degli esami sostenuti presso un’altra università

–          Tassa per il riconoscimento degli esami sostenuti presso un’università straniera

–          Tassa per il passaggio dal vecchio al nuovo ordinamento

Ripeto (di nuovo): I prezzi qui esposti sono puramente indicativi e andrebbero verificati caso per caso e, comunque, è probabile che varino (verso l’alto) da un anno all’altro.

Considerazioni finali:  In assenza di sconti e per chi ha un reddito basso, la scelta di un’università on line può rivelarsi più onerosa della controparte tradizionale; ma nel caso di corsi di laurea  in presenza e nel caso si scelga o si debba per forza frequentare si devono anche considerare i costi per gli spostamenti (con i mezzi pubblici o propri) e i costi per eventuali pasti consumati fuori; ovvio che non si parla di grosse cifre ma, moltiplicate per X volte alla settimana per X anni è un fattore che di sicuro può pesare sul costo finale.

 Leave a Reply